LA SANITÀ IN PIEMONTE

La Porta di Vetro – n. 2 (2017)

Introduzione: M. Ruggiero. Contributi: P. Berra, M. Bresso, S Cavalitto, V. Demicheli, F. Fantò, M. J. Lami, M. Nebiolo Vietti, D. Pagano, F. Riccardini, E. Ruffino, P. Terna, D. Viotti, G. P. Zanetta, G. Zollesi.

“Il 23 dicembre 1978, il Parlamento italiano votò la Legge 833, che istituiva il Servizio Sanitario Nazionale […] Dal 23 dicembre 1978, la sanità pubblica è diventata in assoluto lo specchio reale dei cambiamenti della società italiana, dagli stili di vita (con i suoi abusi) alla longevità in crescita della popolazione con un imprevisto invecchiamento connesso alla caduta demografica, dal progresso avvenuto nella cura delle malattie alle scoperte – sensazionali – nella medicina e allo sviluppo della tecnologia […]. Tutto questo ha un prezzo, salato, che impone una gestione sempre al passo con i tempi e puntuali interventi strutturali per arginare una spesa pubblica, che da più di vent’anni grava sull’80-85 per cento dei bilanci regionali” (dall’Introduzione di Michele Ruggiero).

VERSIONE PDF

 

VERSIONE SFOGLIABILE

 

Posted on: 2018/08/14, by : Mivhele Ruggiero