Rivista

L’ALBA DELLA NUOVA EUROPA

La Porta di Vetro n. 1 (2019)

Introduzione di Jean-Claude Juncker. Editoriale: M. Ruggiero. Contributi: N. Bellin, M. Bresso, N. Carboni, N. Ciraso, M. Nebiolo Vietti, D. Rigallo, S. Rossi, E. Ruffino, P. Terna, D. Viotti, G. P. Zanetta, G. Zollesi.

“[…] L’Europa è oggi un po’ meno imperfetta di quanto non lo fosse qualche anno fa. Ma ciò non significa che sia al riparo da rischi, sia che essi provengano da essa stessa o da altri. Sono numerosi coloro che vogliono disgregare l’Europa, mentre in questo mondo, al tempo stesso sempre più multipolare e sempre più imprevedibile, l’Europa è più che mai essenziale per permettere ai paesi che la compongono di rispondere insieme e in modo più efficace alle nuove sfide e ai bisogni di protezione dei cittadini. E l’Europa non potrà incidere sul suo futuro e sul destino del mondo se non agisce in maniera unitaria con una stessa determinazione e la volontà condivisa di far sentire la propria voce” (Jean-Claude Juncker, Presidente Commissione europea).

VERSIONE PDF

VERSIONE SFOGLIABILE

Editoriale di Michele Ruggiero
Introduzione di Jean-Claude Juncker
Il grande rebus del 26 maggio di Nicolò Carboni
L’ora più buia per il Vecchio Continente di Stefano Rossi
L’Europa da ritrovare di Mercedes Bresso      
I “no” che aiutano a far crescere… il bilancio europeo di Daniele Viotti
La decisione di prendere decisioni di Emanuele Davide Ruffino, Nicoletta Bellin, Germana Zollesi
Debito pubblico e impegni europei di Pietro Terna
Mal di frontiera di Davide Rigallo
Cronologia della politica migratoria nella Ue a cura dell’AICCRE Piemonte
La protezione dei dati nella dimensione transnazionale di Mauro Nebiolo Vietti e Nina Ciraso
Ambiente e salute, binomio inscindibile di Gian Paolo Zanetta

LA SANITÀ IN PIEMONTE

La Porta di Vetro – n. 2 (2017)

“Il 23 dicembre 1978, il Parlamento italiano votò la Legge 833, che istituiva il Servizio Sanitario Nazionale. […] Dal 23 dicembre 1978, la sanità pubblica è diventata in assoluto lo specchio reale dei cambiamenti della società italiana, dagli stili di vita […] alla longevità in crescita della popolazione con un imprevisto invecchiamento connesso alla caduta demografica, dal progresso avvenuto nella cura delle malattie alle scoperte – sensazionali – nella medicina e allo sviluppo della tecnologia. Uno scenario che ci ha colto tutti di sorpresa, trasformando via via il rapporto tra cittadini e sanità in una continua e spasmodica attesa messianica di ogni miglioramento finalizzato alla qualità della vita, al contrasto dei mali, soprattutto i tumori, all’elisir della giovinezza. […] Il risultato lo  si constata quotidianamente: la sanità è diventata uno dei centri motori cardini della nostra società, sia sul piano mentale, sia su quello finanziario e industriale.” (dall’Introduzione di Michele Ruggiero).

 

VERSIONE PDF

 

VERSIONE SFOGLIABILE

 

 

Introduzione di Michele Ruggiero
Le potenzialità economiche di un settore strategico in espansione di Pietro Terna
Fra tagli e ripresa: chiaroscuri della Sanità piemontese di Maurizio Jacopo Lami
Welfare per la salute: il Paese esige una riflessione di Gian Paolo Zanetta
Il Pronto Soccorso, problemi e prospettive. Intervista a Franco Riccardini di Dario Pagano
No vax, sì vax: uno scontro pericoloso. Dialogo con Vittorio Demicheli di Michele Ruggiero
Malattie croniche nell’anziano, una sfida di civiltà di Fausto Fantò
Filosofia della cura, ovvero la necessità di curarsi di Stefano Cavalitto
La via giudiziaria per il recupero di risorse di Mauro Nebiolo Vietti
Il sistema sanitario tra bisogni e limiti: un problema globale di Emanuele Davide Ruffino e Germana Zollesi
I diritti alla salute nell’Unione Europea di Mercedes Bresso
Una questione di prevenzione di Daniele Viotti
La comunicazione tra scoop e fake news di Pierpaolo Berra

UNA TORINO IN CHIARASCURO

La Porta di Vetro – n. 1 (2017)

Contributi di: Mercedes Bresso, Franco Chittolina, Osvaldo Napoli, Dario Pagano, Luca Rolandi, Emanuele Davide Ruffino, Michele Ruggiero, Pietro Terna, Mauro Nebiolo Vietti, Gian Paolo Zanetta, Germana Zollesi.

Interviste di Michele Ruggiero a: Eleonora Artesio, Stefano Lo Russo, Alberto Morano, Osvaldo Napoli.

La garanzia della parità di genere nella rappresentanza politica: Paolo Devecchi, Laura Gaudenzi, Davide Rigallo.
 

 

 

VERSIONE PDF

 

VERSIONE SFOGLIABILE

 

I TANTI VOLTI DELLA RIPRESA

La Porta di Vetro – n. 1 (2016)

Contributi di: Mariano Allocco, Sergio Ariotti, Filippo Barbera, Mercedes Bresso, Marco Bussone, Dario Pagano, Silvia Rosa Brusin, Emanuele Davide Ruffino, Pietro Terna, Daniele Viotti.

Interviste di Michele Ruggiero a: Giorgetto Giugiaro, Gianna Pentenero, Claudia Porchietto.

Dossier Migranti: Pierluigi Dovis, Mauro Nebiolo Vietti, Davide Rigallo, Alfonso Sabatino, Germana Zollesi.

 

 

 

VERSIONE PDF

 

VERSIONE SFOGLIABILE

 

IL PIEMONTE IN BILICO TRA INERZIA E MOVIMENTO, TRA RISCHIO VOTO E CONTI IN ROSSO

La Porta di Vetro – n. 1 (2015)

Contributi di: Maria Baratta, Mercedes Bresso, Paolo Collo, Pietro Terna, Mauro Nebiolo Vietti, Guido Ortona, Emanuele Davide Ruffino, Michle Ruggiero, Daniele Viotti, Gian Paolo Zanetta, Germana Zollesi.

Interviste a: Sergio Chiamparino, Giorgio Bertola, Gilberto Pichetto Fratin, Gianna Gancia.

Dibattito: Sergio Bonetto, Giuseppe Cavallito, Giovanni Cortese, Riamondo Giglio, Domenico Lo Bianco, Carlo Napoli, Claudia Porchietto, Massimo Richetti, Morena Sighinolfi.
 

 

 

VERSIONE PDF

 

VERSIONE SFOGLIABILE

 

L’UTOPIA DELLA NUOVA EUROPA

La Porta di Vetro – n. 1 (2014)

Contributi di: S. Astrologo, S. Cavallito, G. G. Migone, L. Rolandi, M. Ruggiero, P. Terna, G. Turroni, G. P. Zanetta. Interviste a: M. Bresso, S. Cofferati, T. Rossi.

“Quando nasce una nuova rivista la reazione è scontata “ci risiamo”, soprattutto se il primo numero è dedicato all’Europa, tema di elezioni, a portata di mano. Ma la riflessione sulle prospettive di sviluppo transnazionale non lo è affatto. Ci si intenda, dedicare il primo numero a temi di rilevanza europea non   è una scelta finalizzata a contrastare alcuni che oggi mettono in discussione l’intero impianto […].  Non è per questo che nasce la rivista. Non si intende convincere alcuno, ma concorrere alla riflessione sul nostro modo di essere europei, e dall’altro sul nostro modo di essere cittadini, attribuendo a tale ultima parola il suo pieno significato politico” (dall’Editoriale di Michele Ruggiero).

 

VERSIONE PDF

 

VERSIONE SFOGLIABILE