A vent’anni dalla Carta dei diritti d’Europa

|

La Promozione dell’eguaglianza e dei diritti fondamentali: è il titolo del webinar organizzato dalla Federazione Regionale Piemontese AICCRE (Associazione italiana per il consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa), in cui la Porta di Vetro è presente nel Direttivo con Michele Ruggiero e IRES Piemonte (i soci della PdV Gian Paolo Zanetta e Pietro Terna ne sono rispettivamente membro del CdA e componente del Comitato Scientifico) domani dalle 14.30 alle 17. Il webinar si svolgerà su piattaforma Google Meet. Per partecipare è richiesta l’iscrizione compilando il modulo al seguente link shorturl.at/boFT2. Alle persone iscritte sarà inviato il link per il collegamento.

Il 7 dicembre 2000, a Nizza, Parlamento, Consiglio e Commissione europea proclamavano solennemente la Carta dei diritti fondamentali l’Unione europea. nata alla scappo di definire i diritti di tutte le persone residenti nel territorio dell’Unione europea, la Carta ha assunto valore vincolante per gli Stati membri con il successivo Trattato di Lisbona.

Essa traduce in 54 articoli il progetto politico dell’Unione europea: il suo essere, cioè uno spazio di libertà, giustizia e sicurezza che mette al centro della sua azione la persona. Su questa base istituisce la cittadinanza europea. Vent’anni dopo, la Federazione regionale piemontese dell’Aiccre e l’Ires Piemonte (Istituto di ricerche Economico sociali del Piemonte) organizzazione un ciclo di quattro incontri con l’intento di celebrare l’importanza di quell’evento, ma soprattutto odi offrire una lettura programmatica e attuale dei diritti sanciti dalla Carta.

Gli incontri sono dedicati in particolari ad alcuni articoli (e dunque diritti): protezione della salute (art. 35), non discriminazione (art. 21), partiti tra donne e uomini (art. 23), buon amministrazione (art. 42) e tutela dell’ambiente (art. 37). Naturalmente tali diritti rinviano a temi di grande rilevanza per le politiche regionali, soprattutto alla vigilia del ciclo di programmazione dei Fondi strutturali europei 2021-2027.



Posted on: 2020/10/14, by :